Buon compleanno, pappece!

Esattamente un anno fa, cominciava l’avventura di Pappeceblog. Avevo ripreso a scrivere dopo tanti anni, per caso, per gioco, incoraggiato da un conoscente, scoprendo così che mi piaceva ancora. Con Pappeceblog volevo riunire le mie diverse anime, quella partenopea e quella elvetica,

Paola e Francesca: ma quali spose?

Questo inizio di estate si sta presentando particolarmente interessante, per quel che riguarda le tematiche LGBTIQ+.  Oltre alle manifestazioni “pride” in tantissimi Paesi del mondo, che ricordano l’importanza dei diritti, acquisiti o ancora da acquisire, dal 1 luglio in Svizzera è entrato

Il passo falso, una storia di Resistenza

Oggi vi presento l’ultimo romanzo di un’amica virtuale, conosciuta diversi anni fa grazie ai social, Marina Morpurgo. Oltre a essere una valente scrittrice, Marina è anche un’eccellente traduttrice: ha tradotto, tra gli altri, il romanzo Vi prego, cercate di capire, di cui

E la pandemia finì per decreto

Lo scorso 17 febbraio il governo elvetico ha, di fatto, decretato la fine della pandemia, abolendo quasi tutte le restrizioni in un colpo solo. Non è più attivo il certificato covid (quello che altrove si chiama in green pass), le mascherine sono

Cronaca del mio Covid

Dopo due anni di vita monacale, con i contatti sociali extra-lavorativi ridotti al minimo indispensabile, e quelli lavorativi gestiti sempre con distanza sociale e mascherina FFP2, sono comunque riuscito a beccarmi il Covid-19. Oh, niente di grave: con tre vaccinazioni, e avendo

Swiss panel LGBTIQ+ 2022: partecipa al sondaggio

Le dottoresse Tabea Haessler, dell’Università di Zurigo, e Leila Eisner dell’Università di Losanna, si occupano di studiare come le persone appartenenti a gruppi diversi (per etnia, per genere, per orientamento sessuale o identità di genere…) rispondono e reagiscono alle disuguaglianze causate dalla