Identità fluide al centro del romanzo ACQUADOLCE

La letteratura nigeriana è, in questi anni, più dinamica e vitale che mai. Mi riferisco non solo all’immenso Wole Soyinka, lo scrittore Premio Nobel per la Letteratura del 1986, ma anche a giovani scrittrici quali Chimamanda Ngozi Adichie, di cui ci siamo

/

I miei campioni per un giorno

Napoli. Appassionato di tennis fin da bambino, più guardato che giocato (ahimè, sono veramente scarso), ho sempre divorato le riviste del settore (Tennis Oggi, Tennis Italiano, il defunto Matchball). Da lettore, mi è sempre piaciuto leggere dei tennisti del passato, ma mi

Il mago dei corvi

Ogni anno, in ottobre, il nome di Ngugi wa Thiong’o è dato come probabile vincitore del Premio Nobel per la letteratura ma, finora, il Premio Nobel l’ha vinto qualcun altro. Eppure l’autore keniota, purtroppo poco conosciuto in Italia, è considerato, a livello

1 4 5 6